Ask a librarian: come organizzare il servizio

Tarantino, Ezio Ask a librarian: come organizzare il servizio., 2008 . In La biblioteca scientifica e tecnologica: servizi per l'informazione scientifica, Roma (Italy), 17 April 2008. (Unpublished) [Conference paper]

[img]
Preview
PDF
TarantinoAsk_a_librarian.pdf

Download (1MB) | Preview

English abstract

Sapienza Università di Roma has started the service “ask a librarian” (“chiedi al bibliotecario”) since July 2004. For this service, we use a software that permits working directly on the web. Operators are fully involved, they know all questions asked and all answers given. Every operator contributes to the service on the basis of his/her disciplinary competence and personal knowledge. The results are partially good. We received about 600 questions in 1.205 days, and we gave 412 answers. Answers are given very quickly, but they do non cover all questions. Besides, we can not measure answers given by e-mail, in case of software problems.

Italian abstract

Il servizio “Chiedi al bibliotecario” (http://w3.uniroma1.it/vrd/chiedi.aspx) è attivo all’Università la Sapienza dal luglio del 2004, dapprima in via sperimentale, quindi, dal novembre dello stesso anno, nella sua forma attuale. Non è il solo servizio di questo tipo presente alla Sapienza. Ce ne sono altri, limitati ad un settore disciplinare od erogati da singole biblioteche, come ad esempio per la medicina (“Chiedilo a noi”, a cura del COBAB Coordinamento Biblioteche Area Biomedica). Il servizio utilizza un software sviluppato ad hoc, che consente sia gli utenti che agli operatori di lavorare direttamente sul Web, e di ridurre al minimo l’uso della posta elettronica. Nell’intervento verrà messo in luce un modello di efficace interazione fra bibliotecari di diverse aree disciplinari, fatti partecipi in ogni fase del progetto, dalla gestazione alla realizzazione definitiva. Il principio che è stato seguito sin dalle prime fasi, è stato quello della mediazione fra la specializzazione e l’universalità della scienza, perseguita attraverso il coinvolgimento pieno degli operatori, i quali sono sempre informati di tutte le domande pervenute e di tutte le risposte fornite, e in grado di contribuire ciascuno sulla base della competenza disciplinare ma anche della propria formazione personale. I dati sono parzialmente confortanti: sono pervenute poco più di 600 domande in 1.205 giorni: esattamente una domanda ogni 2 giorni, festività e periodi estivi inclusi.Sono state date 412 risposte (66% delle domande pervenute). Il tempo medio delle risposte date è di 2,3 giorni; in 169 occasioni è stata risposta nello stesso giorno in cui è arrivata la domanda.Un quadro in chiaroscuro, dunque: le risposte arrivano molto rapidamente, (nel 41% dei casi lo stesso giorno), ma sono ancora solo i 2/3 del totale. Tuttavia occorre dire che questi dati non tengono conto delle risposte che i bibliotecari, in qualche caso (non documentabile) hanno dato al di fuori del sistema, in occasione di fermi macchina o di problemi al software gestionale.

Item type: Conference paper
Keywords: Reference, virtual reference desk, VRD, ask a librarian, chiedi al bibliotecario
Subjects: I. Information treatment for information services > IJ. Reference work.
I. Information treatment for information services > IF. Information transfer: protocols, formats, techniques.
Depositing user: Enza Gasbarro
Date deposited: 22 May 2008
Last modified: 02 Oct 2014 12:11
URI: http://hdl.handle.net/10760/11587

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item