Le nuove tecnologie per l'accesso all'informazione: gli strumenti per la costruzione di biblioteche digitali

De Robbio, Antonella Le nuove tecnologie per l'accesso all'informazione: gli strumenti per la costruzione di biblioteche digitali., 2003 . In La biblioteca digitale nelle università italiane: progetti e prospettive di sviluppo, Rome (Italy), 29 October 2003. (In Press) [Presentation]

[img] Microsoft PowerPoint
DL-strumenti.PPT

Download (99kB)
[img] HTML
nuove_tecnologie_03.11.05.html

Download (20kB)

English abstract

The word “digital library” is on everybody’s lips nowadays and it is used to describe a wide range of products, services and projects. Actually, the word would refer to anything that involves the creation and distribution of any kind of digital information. The digital library is an always different assemblage of one or more collections of digital objects and these collections are called “repositories”. It is the place where the collections and the digital objects are presented and integrated through metadata. Usually, a digital library has two faces: the first one is for the staff while the second is for the remote user. A digital library can be described, modelled, drawn, implemented, used and evaluated. This presentation introduced the main technical software tools for the creation of a digital library.

Italian abstract

Il termine biblioteca digitale è divenuto di uso comune e generico, utilizzato per descrivere una gran varietà di prodotti, servizi e progetti. In realtà esso dovrebbe comprendere tutto ciò che ruota attorno alla creazione e distribuzione di qualsiasi tipologia di informazione digitale. Una biblioteca digitale è una combinazione, sempre diversa, di una o più collezioni di oggetti digitali, collezioni solitamente definite come "repositories". E’ il luogo delle descrizioni delle collezioni stesse e degli oggetti che esse comprendono e integrano attraverso i “metadati”. E’ una fucina di azioni e processi che generano servizi orientati a gamme differenziate di utenti. Una biblioteca digitale ha solitamente due volti perfettamente integrati: uno per lo staff, l’altro rivolto all’utenza remota, perché essenzialmente essa si svolge, cresce e si diffonde attraverso le relazioni tra persone. Una biblioteca digitale può essere descritta, modellizzata, disegnata, implementata, usata e valutata. Queste sei attività possono essere attuate solo entro un quadro ove si muovono cinque astrazioni chiave: tecnologie streams, strutture, spazi, scenari, società. Il mio intervento offrirà una panoramica sugli strumenti tecnologici per la costruzione di biblioteche digitali. Non parlerò né di protocolli di riferimento, né di standard di metadati che sono comunque strumenti imprescindibili ai fini dell’interoperabilità, ma offrirò una carrellata di strumenti software che ho suddiviso in insiemi per “caratteristica”, classificandoli in macro-categorie. L’intervento non può ovviamente entrare nel dettaglio dei singoli strumenti, ma li inquadra entro le opportune categorie al fine di chiarire meglio quali strumenti utilizzare per ogni servizio. Gli strumenti sono stati classificati nelle seguenti dieci categorie: 1.Strumenti tradizionali: Software di automazione per biblioteche: ILS (Integrated Library Systems) + OPAC, Software per il Data Base Networking, Software per la gestione degli e-journals: utili alla costruzione di cataloghi collettivi di periodici elettronici 2.Strumenti per l’evoluzione dei cataloghi tradizionali: - Evoluzione dei sistemi ILS verso il modello a 4 livelli di FRBR (di cui ci parlerà Paul Weston), - Data-entry per risorse elettroniche remote (RER) 3.Strumenti per la creazione di cataloghi RER: citerò alcuni strumenti OpenSource - Sw per costruzione di SBIG Subject Based Information Gateway o “Portali per soggetto” - Sw per costruzione di Miniportali personalizzatiSw per indicizzare collezioni di pagine Web 4.Strumenti per la creazione di archivi (depositi) - Sw per costruire DataProvider: archivi disciplinari o istituzionali - Sw per costruire Service Provider - Sw per la creazione di archivi personali 5.Strumenti per l’e-publishing: Offrirò una carrellata di software per la costruzione di periodici digitali open access 6.Strumenti per la digitalizzazione: Nei processi di digitalizzazione intervengono varie fasi, in ciascuna fase i software possono variare 7.Strumenti per creare soluzioni portale integrati: Illustrerò il meccanismo di questi strumenti fondamentali, attorno ai quali purtroppo c’è ancora molta confusione 8.Strumenti a valore aggiunto: Cercherò di fornire una panoramica su alcuni strumenti utili all’integrazione e alla valutazione delle risorse 9.Strumenti generali e infrastrutturali: Sono la cornice di riferimento, per il trasporto e trasferimento dei dati; esistono alcune esperienze sperimentali e altre più consolidate 10.Piattaforme e-learning: Fanno parte delle biblioteche digitali, ma ad oggi sono ambienti completamente slegati dai sistemi bibliotecari. La presentazione non può certo offrire un’illustrazione completa degli strumenti e nemmeno entrare nelle singole funzionalità di ciascuno strumento. Con questo lavoro ho solo cercato di riordinare le idee, riorganizzando alcuni concetti chiave, al fine di rendere più comprensibile come pianificare la scelta e l’utilizzo degli strumenti utili a progetti per biblioteche digitali. Da questo lavoro si potrebbe pensare alla creazione di un repertorio degli strumenti, classificati come da schema proposto, da offrire agli addetti ai lavori. Seminario organizzato da Coordinamenti dei Sistemi bibliotecari Università di Genova, Padova e Sassari, in collaborazione con la CNUR dell'AIB

Item type: Presentation
Keywords: digital libraries, biblioteche digitali, tools, strumenti
Subjects: I. Information treatment for information services
E. Publishing and legal issues.
Depositing user: Antonella De Robbio
Date deposited: 28 Oct 2003
Last modified: 02 Oct 2014 11:57
URI: http://hdl.handle.net/10760/4230

References

"SEEK" links will first look for possible matches inside E-LIS and query Google Scholar if no results are found.

D-Lib Magazine (Digital Library Magazine) http://www.dlib.org

Joint Conference on Digital Libraries dell'ACM (accesso riservato agli utenti autorizzati; disponibili liberamente abstract e alcuni interventi) http://www.acm.org/jcdl/about-jcdl.shtml

Edward A. Fox, Ohm Sornil “Digital Libraries” Capitolo 15 di “Modern Information Retrieval” di Ricardo Baeza-Yates e Berthier Ribeiro-Neto. ACM Press, 2000. ISBN 020139829X

Michael Lesk “Practical Digital Libraries: Books, Bytes and Bucks”. Morgan Kaufmann, 1997

Chen Su-Shing "Digital Libraries: the Life Cycle of Information". BE (Better Earth) Publishers, Columbia, MO, 1998. ISBN 0966762800

William Y. Arms “Digital libraries” Cambridge, MA, London: MIT Press, 2000. xi, 287 pp. ISBN 0-262-01180-8


Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item